Gestione del magazzino: come eseguirla correttamente?

Gestione del magazzino: come eseguirla correttamente?
Per l’organizzazione di ogni azienda, riveste un ruolo cruciale poter contare su un efficiente funzionamento e un’ottima gestione di quello che è il magazzino. Una gestione approssimativa o comunque non corretta di esso potrebbe portare a rallentamenti e perdite di tempo se non di denaro che nel lungo tempo recherebbero solo danno all’azienda stessa.

Sapersi ben disimpegnare nella gestione del magazzino non significa soltanto saper amministrare e controllare a menadito il flusso dei prodotti in entrata e in uscita, serve anche una buona formazione da parte dei lavoratori addetti, indipendentemente da quella che può essere la dimensione dell’azienda

Per una buona gestione del magazzino non possono essere tralasciati infatti, aspetti chiave fondamentali come i documenti di gestione, personale specializzato, la sicurezza degli ambienti e la logistica, aspetti che cercheremo di analizzare nel loro complesso di seguito.

Documenti di gestione

La cura dei documenti di gestione rappresenta un passaggio importante per i fini fiscali oltre che per l’ottimizzazione della gestione stessa, è la carta d’identità delle merci che transitano dal magazzino. Possiamo etichettare come basilari i vari:

  • Documenti di trasporto: Sono i documenti per il trasporti pervisti per legge, nel caso di cessione di beni, tale documento deve essere accompagnato da fattura entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui viene effettuata la consegna effettiva. Tuttavia, qualora ci siano più documenti relativi allo stesso cliente, si può più rapidamente allegare una fattura riepilogativa

 

  • Fattura di acquisto e vendita: sono documenti di una certa rilevanza per i conteggi e le operazioni di carico e di scarico dei beni in magazzino oltre che hanno una certa rilevanza anche a fini fiscali

 

  • Inventario: il documento che permette di tenere sempre aggiornato e quindi sotto controllo le scorte che finiscono in magazzino

 

  • Ordini: Sono importanti perché se gestiti bene permettono di evitare disservizi al cliente come ad esempio il mancato recapito del bene richiesto, o l’invio del bene errato ad un cliente tale

 

Personale qualificato e Sicurezza 

Disporre di personale qualificato a svolgere la mansione richiesta, è ovviamente alla base di tutto, indipendentemente che si parli di magazzino o altro. Scegliendo personale qualificato, o investire nella formazione di esso, permette ovviamente di ridurre drasticamente le possibilità di errore, importante tuttavia sarà anche esercitare un controllo attraverso valutazioni periodico del lavoro dello stesso.

E’ ovvio che al personale va garantito un ambiente di lavoro con le dovute garanzie di sicurezza, al fine di prevenire il rischio di infortuni sul lavoro, quindi pianificare una manutenzione periodica di veicoli e attrezzature o effettuare le opportune verifiche nel caso di introduzione di un nuovo strumento in magazzino.

Logistica

La gestione manuale, informativa ed organizzativa diventa il centro di tutto. La prima fase sarà quella di stoccaggio, altro aspetto fondamentale da considerare è il tasso di rotazione del magazzino, vi sono sempre articoli “ad alta rotazione”, ovvero che vengono comprati e venduti spesso, e articoli “a bassa rotazione”, che tendono a restare in magazzino per diverso tempo. Infine, l’uso delle etichette può incrementare l’efficienza di un magazzino, se ogni prodotto viene etichettato con un codice a barre, si rende molto più fluida e corretta la gestione dei prodotti, che possono così essere identificati in modo rapido, preciso ed affidabile.

Caratteristiche principali

Tra le varie peculiarità di questa gestione troviamo:

  • Possibilità di alimentare il magazzino in ingresso tramite le fatture d’acquisto provenienti dalla Console Web;
  • Gestione degli articoli anche con tracciabilità del numero di lotto e della data di scadenza;
  • Gestione di più magazzini (Multimagazzino);
  • Gestione degli articoli composti (Distinta Base);
  • Possibilità di conoscere la disponibilità di un determinato articolo/lotto tenendo conto anche degli ordini d’acquisto effettuati (ma non ancora pervenuti dal fornitore) o di vendite non ancora consegnate al cliente;
  • Possibilità di conoscere il prezzo medio/ultimo prezzo sia d’acquisto che di vendita;
  • Possibilità di valorizzare le rimanenze finali del magazzino, scegliendo il modo di valutazione più appropriato, ed applicando eventuali rettifiche riscontrate nel momento del controllo.

Tag: Gestione Magazzino, Nso, Tracciabilità