Rilascio SALDO IMU 2013

Effettuando l’update del software è oggi disponibile il calcolo del saldo Imu 2013 per i fabbricati e i terreni e l’invio dei relativi codici tributo all’F24, per la creazione delle deleghe di pagamento.

Con la pubblicazione del DL 133 nella G.U. n. 281 del 30 novembre 2013, finalmente si è fatta un po’ più chiarezza sui soggetti obbligati o meno al pagamento del saldo Imu.

Il DL 133/2013 indica all’art. 1 le tipologie di immobile per le quali è stata disposta la cancellazione della seconda rata IMU.

In particolare non devono pagare al 16/12/2013 le seguenti tipologi di immobili:

  • Abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (art. 1 c.1 lett.a);
  • Abitazione coniugale assegnata ad uno dei due coniugi a seguito di separazione legale e divorzio (art.1 c.1 lett. b);
  • Abitazione di personale appartenente alle Forze Armate (art. 1 c. 1 lett. c);
  • Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli IACP o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP (art. 1 c.1 lett.a);
  • I terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, di cui all’art. 13, comma 5, del DL201/2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola (art. 1 c.1 lett.d);
  • I fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 13, comma 8, DL 201/2011 (art. 1 c.1 lett.e).

Il saldo Imu in Dichiarazioni GB

Effettuando l’update del software , è disponibile oggi l’aggiornamento che permette di effettuare il calcolo del saldo Imu 2013 dei terreni e fabbricati presenti nell’applicazione Terreni e Fabbricati 2012.

In particolare, sarà possibile scaricare nel campo “Aliquota saldo 2013” l’aliquota necessaria per effettuare il calcolo del saldo Imu.

ATTENZIONE!!!

Si ricorda che, nella gestione delle aliquote del saldo, vengono riportate le aliquote e detrazioni presenti nella gestione delle aliquote dell’acconto.

Si raccomanda, quindi, di verificare le aliquote e le detrazioni eventualmente deliberate dal comune per il saldo 2013.

Qualora siano state modificate, è necessario procedere ad eliminare le vecchie aliquote e detrazioni e ad inserire quelle nuove.

Comunque, i Comuni hanno tempo fino al 9 dicembre 2013 per pubblicare nei loro siti le delibere che hanno per oggetto le aliquote e le detrazioni per il saldo 2013. Fino a quella data l’importo da pagare entro il 16/12/2013 non è quindi definitivo.

All’interno dell’applicazione Ter&Fab, per scaricare l’aliquota del saldo Imu, è necessario accedere in ogni scheda terreno/fabbricato, fare doppio click nel campo “Aliquota saldo imu 2013” e, dopo aver verificato la corretta aliquota deliberata dal comune per la tipologia d’immobile di interesse, scaricarla facendo doppio click sulla stessa.

Una volta aggiornate le schede dei terreni e dei fabbricati con l’inserimento delle aliquote del saldo Imu 2013, nella gestione “Riepilogo Imu”, si avrà il dettaglio dei calcoli eseguiti da Dichiarazioni GB solo per quegli immobili obbligati al pagamento dell’Imu 2013.

Dalla maschera che si apre cliccando il pulsante  , è possibile inviare i debiti all’applicazione F24 nel mese di dicembre, per poi creare le relative deleghe di pagamento.

Particolarità del saldo Imu 2013

Come specificato dal comma 2  dell’art. 1 del DL 133/2013, la cancellazione della seconda rata non riguarda i terreni agricoli posseduti da soggetti diversi dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali.

Nelle schede dei terreni, quindi, se non è stato selezionato nessun codice nel campo “Es.Rid.”, inserendo l’aliquota dell’acconto e del saldo Imu, la procedura effettua il calcolo del solo saldo Imu da pagare entro il 16/12/2013.

ATTENZIONE!!!

Si ricorda che per il corretto calcolo del terreno agricolo non posseduto da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali è necessario inserire sia l’aliquota dell’acconto che l’aliquota del saldo.

NB: nei prossimi giorni sarà rilasciato l’aggiornamento per il calcolo dei “Beni Merce”, che sono esonerati al pagamento del saldo Imu 2013, ma che dovrebbero pagare l’eventuale differenza data da un possibile aumento dell’aliquota Imu del saldo rispetto a quella dell’acconto.

Per maggiori chiarimenti rimandiamo alla guida online dell’applicazione Terreni e Fabbricati.

DB701- CSI/22

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB