Reddito – Imposta sostitutiva – Quadro LM

Per i contribuenti minimi, è stato previsto il nuovo quadro LM, nel quale vanno effettuati tutti i calcoli relativi alla determinazione del reddito imponibile da assoggettare a tassazione con l’imposta sostitutiva del 5%.

Il quadro è compilato in automatico,  con il riporto degli importi registrati nei relativi prospetti. I dati riportati sono contraddistinti dal colore arancione e non sono modificabili.
L’utente troverà pertanto già predisposto il quadro, con la sola eccezione dei seguenti importi, che dovranno essere inseriti da input nei rispettivi campi gialli:

Nel rigo LM3 Rimanenze Finali, vanno indicate le rimanenze finali relative al periodo d’imposta 2011. Si precisa che le rimanenze finali formatesi prima dell’ingresso nel regime dei minimi costituiscono un componente negativo che nel primo anno di applicazione del regime va prioritariamente dedotto dall’ammontare dei componenti positivi e fino a capienza degli stessi.
L’eventuale eccedenza del valore delle rimanenze rispetto ai componenti positivi, deve essere indicata nel rigo LM18, e rileva nei periodi d’imposta successivi con le stesse regole.

Per quanto riguarda le perdite prodotte nei periodi d’imposta precedenti all’ingresso nel regime dei minimi le stesse possono essere computate in diminuzione dal reddito prodotto all’interno del regime secondo le ordinarie regole stabilite dal TUIR. Pertanto nel caso di esercizio d’impresa, nel rigo LM9 (perdite pregresse), vanno indicate le eventuali perdite di impresa pregresse fino a concorrenza dell’importo di rigo LM8, indicate nei righi RS9, RS12 o RS13 del Modello Unico PF 2012, nel caso di esercizio di arti o professioni, vanno indicate le eventuali perdite pregresse di lavoro autonomo indicate nei righi RS8,RS10 o RS11 del Modello Unico PF 2012. Nel caso in cui si tratti di un contribuente che nel periodo d’imposta precedente ha adottato il regime dei contribuenti minimi, in tale rigo vanno indicate le eventuali perdite indicate nei righi CM22 e CM23 del Modello Unico PF 2012.

Nel rigo LM12 (crediti d’imposta), vanno indicati, fino a concorrenza dell’importo indicato nel rigo LM11, i crediti d’imposta che possono essere utilizzati in diminuzione dell’imposta sostitutiva dovuta.

Nel rigo LM15 (acconti) vanno indicati gli acconti versati.

  • LM20 – Perdite non compensate: riportare l’importo delle perdite.

Nel rigo LM20 (perdite non compensate), va indicata l’eventuale perdita indicata nel rigo LM6, in colonna 1, se la stessa è riportabile negli anni successivi ai sensi dell’art. 8, comma 3, del TUIR, in colonna 2, se l’eventuale perdita indicata nel rigo LM6 è riportabile senza limite di tempo ai sensi dell’art. 84, comma 2, del TUIR, richiamato dall’art. 8, comma 3, del TUIR.

In automatico la procedura riporta l’importo delle perdite del rigo LM6 in CM20-1. Nel caso in cui l’utente riporta manualmente l’importo delle perdite del campo LM20-2, di conseguenza la procedura calcola il valore da riportare in LM20-1.

Torna all’applicazione

Contabilità dei contribuenti Minimi in Excel

Prova il software INTEGRATO GB