Aumentano gli acconti dei Nuovi Minimi, IVIE e IVAFE.

L’aumento di un punto percentuale dell’acconto Irpef per le Persone Fisiche, previsto dal Decreto Legge n. 76 del 2013, può produrre effetti anche sul calcolo dell’acconto dell’Imposta Sostitutiva dei Nuovi Minimi, dell’IVIE e dell’IVAFE.

Per il calcolo dell’acconto sia dell’Imposta Sostitutiva dei Nuovi Minimi che dell’IVIE e dell’IVAFE, si seguono le stesse regole dell’Irpef. Pur non essendo esplicitamente previsto dal DL 76/2013 e in mancanza di un chiarimento espresso e ufficiale, è possibile estendere l’aumento dell’acconto dal 99% al 100% anche per tali imposte.

Imposta Sostitutiva dei Nuovi Minimi

Le persone fisiche che nel 2012 hanno adottato il regime fiscale di vantaggio dell’imprenditoria giovanile e dei lavoratori in mobilità e continuano ad applicarlo anche nel 2013, versano l’acconto dell’Imposta Sostitutiva del 5% con le stesse modalità previste per l’Irpef. Quindi compilando il rigo LM14 per un importo pari o superiore ad euro 52, sono obbligati al pagamento dell’acconto. Se tale importo supera euro 257,52, dovrà essere versato in due rate.

IVIE e IVAFE

Le persone fisiche che nel corso del 2012 hanno posseduto immobili e/o attività finanziarie all’estero, versano l’acconto IVIE (per gli immobili) e/o IVAFE (per le attività finanziarie) con le stesse modalità previste per l’Irpef. Quindi compilando il rigo RM32 colonna 1 relativo all’imposta sugli immobili e/o il rigo RM35 colonna 1 relativo all’imposta sulle attività finanziarie per un importo pari o superiore ad euro 52, sono obbligati al pagamento dell’acconto. Se tale importo supera euro 257,52, dovrà essere versato in due rate.

Anche per questi casi come per l’Irpef, l’aumento interessa esclusivamente la seconda o unica rata di novembre (versamento da eseguire entro il 2 dicembre perché il 30 novembre è di sabato), per cui sarà necessario:

  • ricalcolare l’acconto dell’Imposta Sostitutiva dei Nuovi Minimi, dell’IVIE e dell’IVAFE, complessivamente dovuto sulla base della nuova percentuale del 100%;
  • sottrarre da tale ammontare l’importo versato a titolo di prima rata di acconto.

Esempio ricalcolo acconto Imposta Sostitutiva Nuovi Minimi – UNICO PF2013

  • Rigo LM14 pari a 1.500,00 €;
  • Prima rata di acconto versata pari a 594,00 € (40% del 99% di 1.500,00);
  • Seconda rata di acconto dovuta pari a 906,00 € (1.500,00 – 594,00).

Per recepire gli aggiornamenti relativi al ricalcolo dell’acconto dell’Imposta Sostitutiva dei Nuovi Minimi, dell’IVIE e dell’IVAFE, è necessario eseguire l’update del software .

Si ricorda che il funzionamento della gestione per ricalcolo dell’acconto in Applicazione F24 è sempre lo stesso. Tuttavia, qualora si stia procedendo al ricalcolo dell’acconto di un contribuente persona fisica che versa l’Imposta Sostitutiva dei Nuovi Minimi e/o l’IVIE e/o l’IVAFE, Dichiarazioni GB effettua in automatico il ricalcolo degli acconti anche per tali imposte.

Per maggiori chiarimenti rimandiamo alla guida online dell’applicazione F24.

DB601- CSI/16

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB