Dichiarazione Integrativa a Favore

Scaduti i termini di presentazione, per correggere errori ed omissioni, che abbiano determinato un maggior reddito o, comunque, un maggiore debito o minor credito d’imposta, occorre presentare la dichiarazione integrativa a favore.

Scaduti i termini di presentazione, infatti, non è più possibile inviare una dichiarazione correttiva, ma è necessario predisporre una dichiarazione integrativa a favore, rettificando e integrando quella originaria e barrando l’apposita casella presente nel Frontespizio.

La dichiarazione integrativa a favore può essere presentata, qualora la dichiarazione inviata validamente entro i termini, presenti errori od omissioni che hanno determinato un maggior reddito o, comunque, un minor credito o una maggior debito d’imposta. 

Si ricorda che la dichiarazione integrativa a favore può essere inviata solo dopo che la dichiarazione originaria è stata validamente presentata, intendendosi valida anche la dichiarazione tardiva inviata entro 90 giorni dal termine di scadenza.

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA A FAVORE

E’ ammesso presentare la dichiarazione integrativa a favore nei seguenti casi:

  • entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo (ex art. 2 comma 8-bis del DPR n. 322 del 1998) qualora si vogliano correggere errori od omissioni, che abbiano determinato nella dichiarazione originaria un maggior reddito o, comunque, un maggior debito o un minor credito d’imposta (l’eventuale credito risultante da tale dichiarazione può essere utilizzato in compensazione ai sensi del D.lgs. n. 241 del 1997, ovvero richiesto a rimborso);
  • entro il termine stabilito dall’art. 43 DPR n. 600 del 1973, ovvero entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione, qualora si vogliano correggere errori o omissioni non rilevanti per la determinazione della base imponibile, dell’imposta, né per il versamento del tributo e che non siano di ostacolo all’esercizio dell’attività di controllo.

Per predisporre la dichiarazione integrativa a favore è necessario:

Modificare la dichiarazione originaria, rettificandola o integrandola;

Barrare la casella presente nel Frontespizio del dichiarativo.

Procedere alla creazione del file telematico.

Per maggiori chiarimenti rimandiamo alla guida online del frontespizio di Unico.

DB101- LM/26

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB® senza impegno



In regalo il video formativo “Bilancio Europeo 2018: novità” curato dagli esperti analisti GB.

Con il download del software in regalo il video formativo curato dai nostri esperti

Prova il software INTEGRATO GB