Dichiarazioni 2018: De-storicizzazione e accorgimenti da seguire

Dichiarazioni 2018: De-storicizzazione e accorgimenti da seguire

Nella piattaforma GB è possibile modificare o integrare un dichiarativo anche dopo averlo storicizzato (quindi concluso) e dopo aver inviato i tributi all’Applicazione F24 per il pagamento delle imposte.

Può accadere, infatti, che ci si accorga solo in un secondo momento di aver commesso degli errori o delle omissioni nella compilazione della dichiarazione.

In questo caso, per modificare la dichiarazione è necessario prima de-storicizzare.

Prima di procedere alla de-storicizzazione occorre fare molta attenzione alle conseguenze che alcune modifiche possono avere nella Gestione Pagamenti, soprattutto nel caso in cui il contribuente abbia già provveduto al pagamento delle relative imposte.

Vediamo nel dettaglio come si esegue una STORICIZZAZIONE e una DE-STORICIZZAZIONE.

STORICIZZAZIONE

Accedere alla gestione quadri Quadri e mettere il check nella casella Storicizza tutto.

La storicizzazione può essere eseguita solo dopo aver verificato tutti i controlli descritti nella maschera “Controllo stato applicazione”, quindi nel momento in cui il pulsante Controlli assume il colore verde Controlli.

L’operazione di STORICIZZAZIONE permette di bloccare i quadri del dichiarativo in modo tale che, una volta terminata la compilazione della dichiarazione e verificata la sua correttezza con i controlli telematici, i dati al suo interno non vengano più modificati.

Nel caso in cui si proceda ad inviare i tributi dalla gestione Pagamenti all’Applicazione F24 ma la dichiarazione non è stata prima storicizzata, il software obbliga l’utente a fare il passaggio di storicizzazione.

Questo controllo è stato inserito in quanto, qualora si apportino delle modifiche alla dichiarazione, è possibile che gli importi a debito e/o a credito, inviati in precedenza dalla gestione Pagamenti all’Applicazione F24, non siano più in linea.

Tuttavia, in entrambi i casi, è possibile “SBLOCCARE” la dichiarazione per modificarla ma nel fare questo, è necessario seguire alcuni accorgimenti.

DE-STORICIZZAZIONE

Per de-storicizzare una dichiarazione è necessario posizionarsi sulla stessa, accedere alla gestione Quadri e togliere il check dalla casella Storicizza tutto.

Dichiarazioni 2018: De-storicizzazione e accorgimenti da seguire - 1

…E se, a seguito della de-storicizzazione e delle modifiche apportate alla dichiarazione, i dati presenti nella gestione Pagamenti non sono più in linea con quelli presenti nell’Applicazione F24?

In questo caso, nella gestione Pagamenti, il software evidenzia di rosso gli importi che non sono più in linea con quelli inviati all’applicazione F24 e che quindi devono essere inviati nuovamente.

Dichiarazioni 2018: De-storicizzazione e accorgimenti da seguire - 2

A questo punto si possono verificare due situazioni:

  • Situazione 1: Gli importi inviati in precedenza alle modifiche NON SONO ancora stati versati.

Se gli importi inviati all’Applicazione F24 NON SONO ancora stati versati, procedere nella seguente maniera:

  1. a) Posizionarsi in “Riepilogo pagamenti dichiarazioni” dell’applicazione F24 2018;
  2. b) Eliminare gli F24 eventualmente già creati (punti 1 e 2 della foto sottostante);
  3. c) Annullare i dati provenienti da Dichiarativo (punti 3,4,5 e 6 della foto sottostante).

Dichiarazioni 2018: De-storicizzazione e accorgimenti da seguire - 3

A questo punto, ritornare nella gestione Pagamenti della Dichiarazione ed inviare i nuovi importi.

  • Situazione 2: Gli importi inviati in precedenza SONO stati già versati.

Se gli importi inviati all’Applicazione F24 SONO stati già versati è necessario ricreare manualmente le deleghe di pagamento con i nuovi importi nell’Applicazione F24.

Per maggiori chiarimenti si rimanda alla guida on-line del Riepilogo pagamenti Dichiarazioni dell’applicazione F24.

DB601 – AP/13

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB