Dichiarazioni Fiscali 2018: Gestione Intermediario

Dichiarazioni Fiscali 2018: Gestione Intermediario

L’intermediario abilitato ha l’obbligo di trasmettere la dichiarazione dei redditi predisposta per conto del contribuente o la dichiarazione predisposta direttamente dal contribuente stesso per la quale ha assunto la responsabilità alla trasmissione telematica.

L’articolo 3, comma 3 del D.P.R 322/1998 sancisce la normativa per la trasmissione telematica delle dichiarazioni approfondendo argomenti quali:

  • I principi generali relativi l’attività di trasmissione telematica;
  • I soggetti incaricati a trasmettere telematicamente le dichiarazioni;
  • Gli obblighi che detti soggetti devono rispettare per il corretto e tempestivo svolgimento dell’attività di trasmissione telematica.

Tipologia soggetti incaricati

Possono ricoprire il ruolo di “Intermediari”:

  • gli iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro;
  • gli iscritti agli albi degli avvocati;
  • i revisori contabili;
  • le associazioni sindacali di categoria tra imprenditori;
  • i CAF;
  • coloro che esercitano abitualmente attività di consulenza fiscale;

Obblighi

Gli obblighi ai quali l’intermediario abilitato deve attenersi sono molteplici.

In primo luogo l’Intermediario ha l’obbligo alla trasmissione della dichiarazione della quale ha assunto l’impegno entro i termini legislativi previsti per l’invio.

Il secondo obbligo riguarda poi l’impegno a trasmettere, che l’intermediario deve rilasciare al contribuente nel momento in cui accetta l’incarico.

Una volta inviata la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate, l’intermediario sarà tenuto inoltre a consegnare una copia della stessa al contribuente, insieme alla ricevuta che attesta la corretta trasmissione all’Agenzia delle Entrate.

Infine, tra gli obblighi dell’intermediario, ricordiamo che egli è tenuto a conservare una copia di tutte le dichiarazioni trasmesse fino a quando non scadono i termini per l’accertamento.

I dati dell’intermediario, per i quali esiste un apposita sezione, devono essere sempre riportati all’interno delle dichiarazioni dei redditi, a meno che non si tratti di “soggetto che invia la propria dichiarazione” per il quale non è obbligatoria la compilazione di detta sezione.

Solitamente, eccezion fatta per il Modello 730, i dati dell’intermediario devono essere esposti nel frontespizio della dichiarazione nella sezione “IMPEGNO ALLA PRESENTAZIONE TELEMATICA”.

Dichiarazioni Fiscali 2018: Gestione Intermediario - 1

Nella sezione deve essere indicato:

  • Codice fiscale del soggetto intermediario
  • Data dell’impegno
  • Codice del soggetto che ha predisposto la dichiarazione (codice 1 o 2 in base al soggetto)
  • Firma dell’intermediario

Gestione degli Intermediari con Dichiarazioni GB

All’interno del frontespizio delle dichiarazioni è presente la “GESTIONE INTERMEDIARI” che permette l’inserimento e lo scarico, nell’apposita sezione, dei dati relativi all’intermediario.

Dichiarazioni Fiscali 2018: Gestione Intermediario - 2

Per inserire un nuovo intermediario è necessario cliccare il pulsante Nuovo.

Inserire, nelle sezioni della gestione, tutti i dati richiesti.

Dichiarazioni Fiscali 2018: Gestione Intermediario - 3

Nel caso in cui siano presenti più soggetti all’interno della gestione, è possibile abbinare ciascuno di essi alle ditte per le quali poi, gli stessi, svolgeranno l’incarico di intermediario e/o incaricato.

Cliccare il pulsante Ditte abbinate e, nella maschera che si apre, dopo aver scelto l’intermediario, selezionare con un check le ditte da abbinare allo stesso.

Dichiarazioni Fiscali 2018: Gestione Intermediario - 5

Per maggiori chiarimenti si rimanda alla guida on-line della Gestione Intermediari.

AP/11 – DB101

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB