Disponibile la Dichiarazione 730 per il 2014

Eseguendo l’update del software è disponibile l’applicazione 730 per l’anno 2014, anno imposta 2013, per la dichiarazione dei redditi dedicata ai lavoratori dipendenti e pensionati.

Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2014 è stato approvato il modello e le istruzioni del Modello 730/2014. 

A cosa serve il Modello 730

E’ possibile utilizzare tale modello per dichiarare le seguenti tipologie di reddito:

  • Redditi di lavoro dipendente;
  • Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente;
  • Redditi dei terreni e dei fabbricati;
  • Redditi di capitale;
  • Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita Iva;
  • Altri redditi;
  • Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Chi può presentare il Modello 730

Possono utilizzare questo modello di dichiarazione i soggetti che possiedono solamente redditi da:

  • Abitazione principale;
  • Lavoro dipendente o pensione;
  • Lavoro dipendente o pensione con abitazione principale;
  • Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;

Oppure possiedono esclusivamente redditi soggetti a:

  • imposta sostitutiva
  • ritenuta alla fonte a titolo di imposta.

Quando si presenta

Il modello 730 può essere presentato entro il 30 aprile al proprio datore di lavoro o ente pensionistico oppure entro il 31 maggio a un Caf o a un intermediario abilitato.

 

Vediamo insieme alcune, tra le numerose, novità del Modello 730 2014

Il modello da quest’anno può essere presentato anche da coloro che nel 2014 non hanno il sostituto d’imposta:

In questo caso è necessario presentare il modello ad un Caf-dipendenti o ad un professionista abilitato e barrare la casella “Mod. 730 dipendenti senza sostituto”.

 Aumento delle detrazioni per familiari a carico:

  • si passa da 800 a 950 euro per ciascun figlio a carico con età superiore o pari a 3 anni;
  • si passa da 900 a 1.220 euro per ciascun figlio con età inferiore a 3 anni;
  • si passa da 220 a 440 euro per l’importo aggiuntivo della detrazione prevista per ogni figlio a carico con disabilità.

Inoltre da quest’anno, in caso di figlio in affido, è stata introdotta la casella “Numero di figli in affido preadottivo a carico del contribuente” da compilare qualora non si intenda indicare il codice fiscale dello stesso.

 Riduzione dell’aliquota dell’imposta sostitutiva per la cedolare secca in caso di locazione a canone concordato:

Per i contratti di locazione a canone concordato l’aliquota agevolata passa dal 19% al 15%.

 Riduzione della detrazione Irpef del 19% sui premi di assicurazione:

Per i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni è stato ridotto l’importo complessivo massimo sul quale calcolare la detrazione del 19%: si passa da €1.291,14 degli anni precedenti a €630 per il 2013.

 Aumento della detrazione Irpef e del limite di spesa per le spese di ristrutturazione e di recupero edilizio:

Per le spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio sostenute nell’anno 2013 la detrazione di imposta riconosciuta è aumentata dal 36% al 50% e il limite di spesa da € 48.00 ad € 96.000.

 Riconosciuta per l’anno 2013 la detrazione d’imposta per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici:

Aumento dal 55% al 65% delle detrazioni Irpef per le spese sostenute dal 6 Giugno al 31 dicembre 2013 per il risparmio energetico degli edifici.

 Ampliamento dell’utilizzo del credito

Da quest’anno è possibile utilizzare, in compensazione, il credito scaturito dal 730 per pagare oltre all’Imu anche le altre imposte che possono essere versate con il modello F24.

 Controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate per i rimborsi superiori a 4.000 euro

Da quest’anno, se il Modello 730 è a credito per un importo superiore a 4.000€, l’Agenzia delle entrate è tenuta ad effettuare un controllo preventivo, entro il mese di dicembre, prima di procedere all’erogazione del rimborso.

Da oggi è disponibile l’applicazione “Modello 730”.

Ricordiamo i passaggi per l’abilitazione:

  • Eseguire l’update del software ;
  • Posizionarsi nella ditta nella quale abilitare l’applicazione;
  • Aprire la maschera “Applicazioni”
  • Selezionare l’anno “2013” per l’applicazione “Modello 730”.

 

Le istruzioni per l’utilizzo del modello sono presenti nella guida on-line dell’Applicazione 730-2014.

DB501 – AP/07

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB