Il Versamento Iva nei Contribuenti Minimi

Il regime dei “Contribuenti Minimi” ridefinito dall’art. 27, commi 1 e 2, DL 98/2011, prevede che i contribuenti che lo applicano non possono esercitare il diritto di rivalsa e non possono detrarre l’Iva assolta sugli acquisti.

I soggetti che applicano il regime dei “Contribuenti Minimi” sono esonerati dagli obblighi di liquidazione e versamento dell’imposta e da tutti gli altri obblighi previsti dal DPR 633/72 ovvero:

– registrazione delle fatture emesse, dei corrispettivi e degli acquisti;

– la dichiarazione annuale;

– la tenuta e conservazione dei registri.

In caso di acquisti intracomunitari e per le operazioni in reverse charge, i contribuenti minimi sono tenuti:

  • Ad integrare la fattura con l’aliquota Iva applicabile e la relativa imposta
  • A versare l’imposta entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

 In Contabilità GB, pur essendo i contribuenti Minimi soggetti “esclusi” dagli obblighi Iva, viene impostata in automatico la “Periodicità Iva Mensile”. Perché?

In Contabilità GB tale opzione viene impostata per poter gestire, in caso di acquisto intracomunitario o altre operazioni in reverse charge, il versamento dell’Iva entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

…un esempio per capire meglio!

 Il “Contribuente Minimo” ha ricevuto la fattura di acquisto intracomunitario del fornitore Beta per un importo di € 1.033,06.

La fattura è datata 13/09/2013 e pertanto il contribuente è tenuto al versamento della relativa imposta entro il giorno 16 ottobre 2013.

Il versamento per tali operazioni è dovuto dal contribuente poiché non potendo detrarre l’Iva sugli acquisti il meccanismo dell’inversione contabile non comporta un “annullamento” dell’Iva dovuta con l’Iva a credito, ma un debito d’imposta.

Il contribuente integra la fattura ricevuta con l’Iva applicando l’aliquota del 21%: l’imposta dovuta è di € 216,94.

Registrazione in prima nota di un acquisto Intracomunitario

Causali Contabili: FA04 – Fattura importaz.Cee n.

Causali Iva: P21 – 21% Acq. Intracomunitari di beni

In caso di acquisto di servizi intracomunitari effettuare la medesima registrazione indicando la causale Iva “P21S – Acq.intracomunitari di servizi”.

Al salvataggio della registrazione dell’acquisto è prodotta in automatico l’annotazione nel registro delle vendite “Annotazioni”:

Causali Contabili: FV32 – Annotaz.Importaz.Cee

Causali Iva: U21 – 21% Ann.acq.intracomunitari

L’utente deve solo confermare la registrazione cliccando nel pulsante “Salva”.

L’Iva delle annotazioni nel registro delle vendite, concernenti le fatture di acquisto intracomunitarie, è evidenziata nell’apposita sezione “Dettaglio Annotazioni” della liquidazione Iva.

Al salvataggio della liquidazione è possibile fare l’invio del debito all’applicazione F24 con il codice tributo del mese di riferimento dell’operazione.

Nell’esempio riportato è creato l’F24 nel mese di ottobre 2013 con il codice tributo 6009 –Versamento Iva mensile Settembre.

CB101 – RIV/3

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB® senza impegno



In regalo il video formativo “Bilancio Europeo 2018: novità” curato dagli esperti analisti GB.

Con il download del software in regalo il video formativo curato dai nostri esperti

Prova il software INTEGRATO GB