Irap: deducibilità ai fini delle imposte dirette!

L’Irap è un’imposta indeducibile ai fini delle imposte dirette, ma nel corso degli ultimi 5 anni sono state apportate delle modifiche alla normativa che permettono alle imprese di dedurre un importo forfetario in base a determinati principi e regole di calcolo…… 

L’art. 6, comma 1, del decreto legge n. 185/2008 ha introdotto, a partire dal periodo d’imposta 2008, la possibilità di dedurre il 10 percento dell’Irap versata nel corso del periodo d’imposta di riferimento,  forfettariamente riferita alla quota d’interessi passivi al netto degli interessi attivi e proventi assimilati ovvero delle spese per il personale dipendente e assimilato al netto delle deduzioni spettanti.

Per usufruire della deduzioni devono essere rispettate delle condizioni soggettive e oggettive:

–        la determinazione della base imponibile deve essere calcolata in base agli art. 5, 5-bis, 6, 7 e 8;

–        alla formazione della base imponibile Irap devono aver concorso le spese per lavoro dipendente oppure gli interessi passivi, poiché non ammessi in deduzione.

Con la Circolare n. 16/E del 14 aprile 2009 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la deduzione spetta a prescindere dall’ammontare complessivamente sostenuto per oneri del personale o interessi passivi: per il calcolo, pertanto, non è necessario procedere al calcolo analitico della quota Irap riferibile a tali componenti.

L’art.2, comma 1 del decreto legge n. 201/2011 ha introdotto, a partire dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2012, la deduzione pari all’imposta regionale sulle attività produttive relativa alla quota delle spese per il personale dipendente e assimilato al netto delle deduzioni spettanti ai sensi dell’art. 11, commi 1, lett. a), 1-bis, 4bis e 4-bis1 del decreto legislativo n. 446/97.

Con la stessa decorrenza, pertanto, la deduzione del 10 percento di cui al DL 185/08 spetta solo in presenza di interessi passivi al netto degli attivi: questo significa che se gli interessi passivi sono d’importo inferiore agli interessi attivi la deduzione non spetta.

Per usufruire della deduzioni devono essere rispettate delle condizioni soggettive e oggettive:

–         la determinazione della base imponibile deve essere calcolata in base agli art. 5, 5-bis, 6, 7 e 8;

–         alla formazione della base imponibile Irap devono aver concorso le spese per lavoro dipendente.

A differenza della deduzione del 10% che è forfettaria, ossia per usufruirne è sufficiente avere interessi passivi, il calcolo per la deduzione del costo per personale dipendente è analitico e pertanto si deve procedere al calcolo dell’Irap ad esso relativa.

Entrambe le deduzioni spettano in base all’art.99 del Tuir, ossia secondo il principio di cassa.

Questo significa che non può essere dedotto un importo maggiore rispetto a quello effettivamente versato nel corso del periodo d’imposta a titolo di saldo dell’esercizio precedente e acconto per l’esercizio corrente.

NB. L’importo da prendere a base per il calcolo delle deduzioni relativamente agli acconti versati non può essere superiore all’importo dovuto per l’anno per cui si sta compilando la dichiarazione.

Calcolo delle deduzioni Irap nell’integrato GB

Dove si trova

Per calcolare l’importo delle deduzioni Irap nel software Integrato GB sono state introdotte delle gestioni di dettaglio nei quadri contabili del modello Unico.

La gestione è presente:

 nel modello Unico Società di Capitali

quadro F – rigo RF17

nella pagina di dettaglio;

 nel modello Unico Società di Persone

quadro F – rigo RF16

quadro G – rigo RG21_3 e RG21_4

quadro E – rigo RE19

 nel modello Unico Persone Fisiche

quadro F – rigo RF12

quadro G – rigo RG20_2 e RG20_3

quadro E – rigo RE19

 nel modello Unico Enti non Commerciali

quadro F – rigo RF12

quadro G – rigo RG21_3 e RG21_4

quadro E – rigo RE19

Come funziona

Il presupposto per usufruire delle deduzioni è aver versato nel corso del 2012 l’Irap, sia come saldo sia come acconto, pertanto nel prospetto sono riportati tali dati:

Dall’applicazione F24 sono riportati i versamenti effettuati a titolo di saldo Irap 2011 e Acconti 2012 e dall’applicazione Irap è riportato l’importo dell’imposta effettivamente dovuta per l’anno 2012.

 Si ricorda che i versamenti effettuati a titolo di acconto per l’anno 2012 rilevano ai fini del calcolo delle deduzioni fino a concorrenza dell’importo effettivamente dovuto per tale anno.

Il presupposto per la deduzione forfettaria del 10% è la presenza di interessi passivi (per un importo superiore rispetto ad eventuali interessi attivi). Il presupposto deve essere verificato sia per l’anno 2011 sia per l’anno 2012, poiché la deduzione spetta in misura proporzionale all’importo versato nel 2012 a saldo e in acconto acconti per i due anni:

Nell’esempio sopra riportato si evidenzia che nei due esercizi il presupposto per il calcolo della deduzione è presente, poiché sono stati rilevati interessi passivi per un importo maggiore rispetto agli interessi attivi:

anno 2011 saldo interessi passivi € 2.610

anno 2012 saldo interessi passivi € 2.855

Versamenti effettuati per il calcolo della deduzione:

nell’anno 2012 sono stati versati

–         € 3.225 a saldo per il 2011;

–         € 16.574 a titolo di acconto per l’anno 2012. Ai fini del calcolo della deduzione rilevano € 10.083, ossia l’importo dovuto per l’anno 2012 poiché più basso degli acconti versati.

Pertanto l’importo della deduzione Irap è pari a € 1.331, ossia al 10% di € 13.308 (3.225+10.083).

La deduzione Irap per le spese per il personale dipendente è calcolata in modo analitico, determinando l’incidenza del costo del personale sulla base imponibile Irap dell’esercizio.

Il calcolo è effettuato separatamente per i due esercizi:

Dall’applicazione Irap sono riportati il valore della produzione per i due anni e le deduzioni per personale dipendente; dalla contabilità sono riportati i costi per il personale dipendente.

Dopo avere calcolato l’importo del costo del personale dipendente al netto delle deduzioni è calcolato il rapporto tra costo del lavoro e base imponibile Irap; in base a questo rapporto è poi calcolato l’importo della deduzione.

Prendiamo a riferimento i dati del 2011:

Valore della produzione € 343.866

Costo personale dipendente € 535.763

Deduzioni ex art. 11 D.Lgs 446/97 € 221.792

Costo del personale dipendente al netto delle deduzioni € 313.971 (535.763 – 221.792)

Rapporto costo del lavoro e base imponibile Irap 91,31% (313.971/343.866)*100

Irap deducibile anno 2011 € 2.945 (3.225 * 91,31%)

NB. Il software controlla che la somma delle due deduzioni (10%+personale dipendente) non sia superiore all’importo versato nell’anno 2012

 Nei modelli Unici Persone Fisiche, Società di Persone e Enti non Commerciali la gestione per il calcolo delle deduzioni è leggermente diversa, poiché sono inseriti campi appositi per la visualizzazione dei costi relativi alle attività professionali, per le quali è compilato il quadro E.

Inoltre, in fondo al prospetto è indicata una sezione in cui il software rileva i quadri contabili abilitati per stabilire dove deve essere riportato l’importo delle deduzioni: nel caso in cui sono abilitati due quadri (esempio quadro E e quadro G) è l’utente che deve indicare in quale dei due riportare gli importi.

DB101 / DB111 / DB121 / DB131 – TM/18

Metti in pratica la news che hai appena letto! Prova INTEGRATO GB®

  • Versione completa per 15 giorni
  • Assistenza diretta dalla casa madre
  • Presentazione personalizzata
  • Importazioni dati da altri gestionali

Prova il software INTEGRATO GB