IVA PER CASSA: l’esigibilità/detraibilità dell’iva (2° Parte)

GBsoftware dopo l’inserimento delle fatture con Iva per Cassa in base all’art.32-bis, illustra come effettuare le riscossioni/pagamenti delle fatture registrate e l’avvenuta esigibilità/detraibilità automatica dell’iva tramite “Annotazione Iva”.

Nelle Comunicazione precedente del 04/02/2013 “Iva per Cassa: come registrare le fatture – parte 1”, GBsoftware ha illustrato come procedere all’inserimento in prima nota delle operazioni con Iva per Cassa tramite:

  •  “Gestione Fatture”
  •  “Imputazione libera
  •  “Registrazioni Tipo”

In questa 2° puntata, prenderemo in esame la fase di riscossione/pagamento delle fatture registrate e l’avvenuta esigibilità/detraibilità dell’iva tramite “Annotazione Iva” automatica.

 ”Pagamento e riscossione della fattura con relativa annotazione”

 Come si effettua….

 GBsoftware dispone di 2 metodi per registrare i pagamenti e le riscossioni di fatture con aliquota Iva con proprietà “Iva per Cassa”:

  1.  Pulsante “Paga/Riscuoti”: posto all’interno di “Elenco Prima nota”;
  2.  Pulsante “Pagamento/Riscossione”: posto all’interno della prima nota registrata della fattura;

Effettuando la/il riscossione/pagamento con uno dei due metodi riportati, anche se il corrispettivo è stato percepito/pagato in parte, viene creata ai fini Iva (per le sole aliquote iva per cassa) la relativa annotazione nel registro “Annotazioni Iva Vendite/Acquisti per Cassa”.

L’annotazione per far divenire l’iva esigibile/detraibile viene creata per ogni singola/o riscossione/pagamento effettuata e compilata in automatico da procedura non può essere modificata.

 N.B. se il pagamento/riscossione della fattura viene effettuato da input, pertanto non è collegato alla relativa fattura, al momento del salvataggio non verrà creata nessuna Annotazione.

 Nell’annotazione vengono riportati:

  • I dati della fattura riscossa/pagata con totale documento a zero;
  • Registro I o S –  Annotazione Iva Vendite/Acquisti per cassa;
  • Il campo “Protocollo Iva: non viene indicato automaticamente dalla procedura per non vincolare l’utente alla registrazione degli incassi/pagamenti in ordine di data per quel registro iva. Per procedere con il riordino è necessario accedere alla gestione “Protocolli” all’interno della Prima nota, selezionare il registro con la progressività errata e cliccare nel pulsante “Riordina Protocolli”. Salvare le modifiche.

  • Campo Causale Iva – “Reg: vengono riportate solo le causali iva presenti nella fattura con proprietà Iva per Cassa; per le restanti l’annotazione non viene effettuata in quanto la loro esigibilità avviene nel momento della registrazione originaria.

Per far si che l’iva per cassa diventi esigibile/detraibile il software riporta:

     1° Riga: L’aliquota\campo “Reg” E – Iva esigibile/detraibile dell’anno con l’imponibile positivo

      2° Riga: L’aliquota\campo “Reg” C – Iva esigibile/detraibile dell’anno corrente con l’imponibile negativo

 Oppure

     L’aliquota\campo “Reg” P – Iva esigibile/detraibile dell’anno precedente co  l’imponibile negativo

NB: l’inserimento del valore C o P viene effettuato in base a dei controlli tra la data dell’operazione e la data della riscossione/pagamento. Se data operazione risulta essere minore all’anno, in automatico, verrà inserita la seconda opzione, altrimenti se appartiene allo stesso sarà indicata la prima.

  • campo % di Incidenza :  indica il rapporto di incidenza della quota riscossa/pagata sul totale della fattura; calcolata la percentuale (importo riscosso-pagato / totale fattura * 100), verranno calcolati in automatico l’imponibile e l’imposta (Imponibile totale per l’aliquota * %incidenza / 100 – Imposta totale per l’aliquota * %incidenza / 100).

 In presenza di questi dati la registrazione è completa e viene salvata automaticamente dalla procedura.

 

 Il riflesso nella liquidazione iva…

Con il regime dell’Iva per cassa art.32-bis D.L. 83/2012, la liquidazione Iva viene composta, oltre che dai dettagli già previsti per il regime ordinario (Iva acquisti – Iva vendite – Annotazioni), da:

  • DETTAGLIO ACQUISTI IVA PER CASSA
  • DETTAGLIO VENDITE IVA PER CASSA
  • DETTAGLIO ANNOTAZIONI IVA ACQUISTI PER CASSA
  • DETTAGLIO ANNOTAZIONI IVA VENDITE PER CASSA

Nei primi due dettagli vengono riportate tutte le registrazioni effettuate delle fatture emesse e ricevute soggette al regime con l’iva in sospensione d’imposta, quindi non esigibili/detraibili.

 

 Negli ultimi due, invece, vengono inserite tutte le annotazioni derivanti da riscossioni/pagamenti con il rigo dell’iva divenuta esigibile/detraibile e con quello in rettifica dell’iva sospesa con segno negativo.

 

Nel prospetto di riepilogo dell’iva del periodo sono presenti le seguenti diciture nelle quali confluisce la somma dell’iva per cassa a debito/credito divenuta esigibile:

  • Iva a debito annotazioni Iva per cassa
  • Iva detraibile annotazioni Iva per cassa

Una volta ultimate le registrazioni per il periodo, l’utente può procedere al salvataggio della liquidazione per far confluire il debito nell’F24 oppure il credito nel periodo successivo.

Per ulteriori chiarimenti consultare la guida on-line 7.2.4Regime Iva per Cassa Art. 32-bis D.L. 83/2012.

CB101 – FSA/5

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB