Modello 730 Situazioni Particolari

Il “decreto del fare” (Dl 69/2013) ha introdotto la possibilità di utilizzare il 730 anche per i contribuenti titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, privi di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio.

Possono presentare la dichiarazione 730 Situazioni particolari, per i redditi 2012, i soggetti titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati che non hanno potuto presentare il modello 730 originario in mancanza di un sostituto d’imposta che potesse effettuare il conguaglio.

Nuovi termini per gli adempimenti

  • Dal 2 al 30 settembre 2013 presentazione dal parte del contribuente della dichiarazione 730-situazione particolari;
  • Entro il giorno 11 ottobre 2013 il soggetto che presta l’assistenza fiscale consegna al contribuente una copia della dichiarazione elaborata;
  • Entro il 25 ottobre 2013 il soggetto che presta l’assistenza fiscale trasmette telematicamente le dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate.

Compilazione della dichiarazione 730-situazioni particolari

Di seguito vediamo quali sono i REQUISITI fondamentali per presentare validamente il modello 730-situazioni particolari.

Nel frontespizio della dichiarazione deve essere indicato il codice “1” nella casella Situazioni particolari;

Nella sezione relativa al sostituto d’imposta, all’interno della gestione sostituti d’imposta, creare un NUOVO sostituto d’imposta e indicare, nel campo “Codice fiscale” la seguente sequenza numerica “20137302013”. Devono inoltre essere indicati i seguenti dati:

–      Denominazione: Decreto legge n.69/2013 – Agenzia delle Entrate

–      Comune: Roma

–      Provincia: RM

–      Codice comune (presente solo all’interno del tracciato telematico)

–      Indirizzo: Via Cristoforo Colombo

–      CAP: 00145

Il modello 730-Situazioni particolari non può essere presentato per integrare un precedente modello 730 o un precedente modello Unico validamente presentati, non potrà risultare in alcun caso valorizzata la casella relativa al 730 integrativo.

NB. Si precisa che successivamente alla presentazione di un modello 730-Situazioni particolari, non è consentito presentare un modello 730-Integrativo.

La dichiarazion 730-Situazioni particolari deve avere come esito un saldo contabile a credito. Verificare che il risultato della seguente operazione risulti maggiore o uguale a zero:

rigo 152 mod.730-3   –   rigo 151 col.2 mod.730-3

Deve essere presente un reddito in almeno uno dei righi della sezione I (righi da C1 a C3) o della sezione II (righi da C6 a C8) del quadro C.

Si precisa che come previsto i dati del modello 730-4 saranno allegati alla dichiarazione 730-Situazioni particolari da trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Per maggiori chiarimenti rimandiamo alla guida online dell’applicazione 730.

DB501- LM/24

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB® senza impegno



In regalo il video formativo “Bilancio Europeo 2018: novità” curato dagli esperti analisti GB.

Con il download del software in regalo il video formativo curato dai nostri esperti

Prova il software INTEGRATO GB