Novità Terreni e Fabbricati 2013: II° Parte

In applicazione Terreni e Fabbricati 2013 sono state inserite importanti novità che andiamo ad analizzare nel dettaglio.

Con la newsletter di oggi, vediamo insieme le  principali novità introdotte per i terreni nella nuova versione 2013 dell’applicazione Terreni e Fabbricati.

 

Le novità in Terreni e Fabbricati 2013

In base alle novità introdotte dalle istruzioni ministeriali 2014, l’applicazione Terreni e Fabbricati 2013 ha subito importanti modifiche.

Tra le novità relative al 2013 per i terreni si possono individuare:

  • l’ulteriore rivalutazione del 15% dei terreni in generale o del 5% per i terreni posseduti e condotti da imprenditori agricoli professionali;
  • il nuovo campo “Imu non dovuta 2013” per i terreni, che identifica i terreni per i quali non era dovuta l’Imu 2013.

Per coloro che hanno utilizzato l’applicazione Terreni e Fabbricati già l’anno scorso, tramite la funzione di importazione, Dichiarazioni GB aiuta nell’individuare alcune delle casistiche elencate sopra.

1)   Importazione terreno esente dal pagamento dell’Imu 2013

Per i terreni che nel 2013 non hanno pagato Imu in quanto esentati (perché per esempio collocati in zone montane) devono indicare nel campo “Imu non dovuta 2013” il  codice “1”.

Dichiarazione GB, in fase di importazione dei terreni esenti, per i quali era stato indicato nella scheda del 2012 nel camp “Es.Ri.Imu” il codice “1”, scarica in automatico il nuovo codice nel campo “Imu non dovuta 2013”.

2)   Terreni posseduti e condotti da imprenditori agricoli

Per i terreni posseduti e condotti da imprenditori agricoli che nel 2013 non hanno pagato la mini Imu, in quanto il comune non aveva deliberato un’aliquota maggiore rispetto a quella base (7,6 per mille) , devono indicare nel campo “Imu non dovuta 2013” il codice “2”.

 Dichiarazione GB in fase di importazione del terreno, nella cui scheda del 2012 era stato indicato il codice “2” o “3” nel campo “Es.Rid.Imu”, inserisce nel campo “Casi particolari Imu 2013” il nuovo codice “2”.

3)   Ulteriore rivalutazione dei terreni al 15% o al 5%

Per i terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti o IAP è necessario indicare il check nella casella “Col. diretto o IAP”. In questa maniera sia il reddito dominicale già rivalutato dell’80% che il reddito agrario già rivalutato del 70% vengono ulteriormente rivalutati del 5%.

Negli altri casi, non è necessario indicare il check nella casella e al terreno si applicherà, oltre alle solite rivalutazioni, l’ulteriore rivalutazione del 15%.

Dichiarazioni GB, in fase di importazione riporta in automatico il check nella casella “Col. diretto o IAP” se già inserito nella scheda dell’anno scorso.

4)   La NUOVA GESTIONE del CANONE DI LOCAZIONE

Come per i fabbricati anche nei terreni è stata inserita nel campo “Canone di locazione” una nuova gestione, tramite la quale da quest’anno è Dichiarazioni GB che riproporziona in automatico il canone ai giorni di effettiva locazione.

Quindi è necessario ricercare nel contratto di locazione del terreno il CANONE ANNUO ed inserirlo nel campo giallo della nuova gestione “Canone di locazione”: l’importo inserito verrà riproporzionato per i giorni effettivi di locazione, conteggiati in base alle date di possesso inserite nel rigo.

 

Dichiarazioni GB, in fase importazione, avverte tramite un messaggio dell’importazione di un terreno affittato.

In questo caso all’interno della gestione “Canone di locazione” la procedura riporta in un apposito campo il canone presente nella scheda dell’anno scorso; verificare quindi che tale importo corrisponda al canone annuo del contratto e compilare il campo giallo da input.

Le istruzioni per l’utilizzo dell’applicazione Terreni e Fabbricati sono presenti nella guida on-line dell’Applicazione.

DB701 – CS/11

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB