Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione

Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione

Con il provvedimento n. 23596 del 30 gennaio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato e approvato il modello della dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2019 anno d’imposta 2018 e le relative istruzioni.

Effettuando l’update del software è possibile abilitare l’applicazione “Redditi Persone Fisiche 2019”, completa di tutti i suoi quadri.

Il modello Redditi Persone Fisiche 2019 deve essere presentato:

  • dal 2 maggio al 1° luglio 2019 se la presentazione viene effettuata in forma cartacea tramite un ufficio postale
  • entro il 30 settembre se la presentazione avviene per via telematica direttamente dal contribuente, ovvero se trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati

Le scadenze potrebbero essere soggette ad eventuali spostamenti nel corso dei prossimi mesi.

Principali novità

Vediamo insieme quali sono le principali novità apportate al modello.

Passaggio dagli Studi di settore e dai Parametri agli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale

Nel riquadro “Tipo di dichiarazione” le caselle “Studi di settore” e “Parametri” sono state eliminate ed è stata inserita la casella “ISA”.

Esonero dall’apposizione del visto di conformità

Nel frontespizio della dichiarazione, nel riquadro “visto di conformità” è stata inserita la casella “Esonero dall’apposizione del visto di conformità”, che deve essere barrata dai soggetti che applicano gli ISA e sono esonerati dall’apposizione del visto ai sensi dell’art. 9-bis, comma 11, lettere a) e b), D.L. n.50/2017.

Ulteriori spese per cui spetta la detrazione del 19%

È possibile detrarre dall’Irpef le spese per abbonamento al trasporto pubblico per un importo non superiore a 250 euro, le spese di assicurazione contro eventi calamitosi, le spese sostenute in favore di minorenni o maggiorenni con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici.

Bonus Verde

È possibile portare in detrazione dall’Irpef le spese sostenute per la sistemazione a verde delle unità immobiliari e anche quelle sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali.

Spese per interventi finalizzati al risparmio energetico

Sono state introdotte nuove tipologie di interventi agevolabili con aliquota di detrazione al 65% o con aliquote dell’80 o dell’85%.

Ristrutturazioni

Dal 21 novembre 2018, va effettuata la comunicazione all’ENEA per alcuni tipi di intervento.

Deduzione erogazioni liberali a favore di Onlus, OV e APS

Il Codice del Terzo settore prevede che le liberalità erogate a favore degli enti del Terzo settore non commerciali sono deducibili dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato.

Detrazione per erogazioni liberali a favore di Onlus, OV e APS

Gli oneri sostenuti per le erogazioni liberali in denaro o in natura a favore delle Onlus e delle associazioni di promozione sociale sono detraibili del 30% per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 30.000 euro. L’aliquota è stata elevata al 35% degli oneri sostenuti dal contribuente, qualora l’erogazione liberale sia a favore di associazioni di volontariato.

Detrazione contributi associativi alle società di mutuo soccorso

Il limite di detrazione dei contributi associativi alle società di mutuo soccorso è stato innalzato a 1.300 euro.

Tassazione R.I.T.A

Da quest’anno il percettore della rendita temporanea anticipata ha facoltà di avvalersi della tassazione ordinaria in luogo di quella sostitutiva applicata dal soggetto erogatore.

Deduzione premi e contributi versati alla previdenza complementare dei dipendenti pubblici:

Dal 1° gennaio 2018, ai dipendenti delle amministrazioni pubbliche, si applicano le stesse disposizioni previste per i dipendenti privati riguardo la deducibilità dei premi e contributi versati per la previdenza complementare.

Redditi Persone Fisiche 2019 GB

  • Eseguire l’UPDATE del software dal pulsante Update
  • Posizionarsi nella DITTA per la quale si vuole abilitare l’applicazione “Redditi Persone Fisiche

Le modalità di abilitazione delle applicazioni sono due:

  • Se l’applicazione “Redditi Persone Fisiche” è stata già utilizzata nell’anno precedente, per abilitarla è sufficiente cliccare su PF. Il software chiede se abilitarla per il nuovo anno con un messaggio. Rispondendo “Sì” sarà automaticamente abilitata, rispondendo “No” l’applicazione non sarà abilitata. In seguito per abilitarla procedere come illustrato al successivo punto

Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione - 1

  • Dalla gestione “Applicazioni” apporre il check in corrispondenza di “Redditi Persone Fisiche” anno 2018.

Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione - 2

GB prevede l’abilitazione automatica dei quadri in base a quelli che erano stati abilitati per l’applicazione dell’anno precedente.

Nella guida online dell’applicazione REDDITI PERSONE FISICHE 2019 sono presenti le istruzioni per l’utilizzo del modello.

Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione - 3

DB121 – SAM/20

Ascolta la news

Articoli correlati

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB