Regime degli EX – MINIMI o supersemplificato…

L’art. 27, comma 3, del decreto 98/2011 ha introdotto un regime semplificato per coloro che non possiedono i requisiti per entrare/permanere nel Regime dei Minimi! Per coloro che escono dai Minimi il regime ordinario è la seconda scelta….

L’art. 27, comma 3, del decreto 98/2011, ha introdotto un regime semplificato che ha la caratteristica di essere un regime “residuale” naturale per coloro che non possono entrare/permanere nel regime dei Minimi di cui all’art. 27, commi 1 e 2, del medesimo decreto.

I contribuenti che non rientrano nei requisiti previsti per l’adozione del Regime dei Minimi hanno due possibilità:

  •  Aderire al  “Regime EX-Minimi” definito anche “supersemplificato”
  • Optare per il regime contabile ordinario

 

Il regime degli ex-Minimi è rivolto a coloro che, pur avendo le caratteristiche di cui all’art. 1, commi 96 a 99, L. 244/2007, non hanno i nuovi requisiti previsti dai commi 1 e 2 dell’art. 27 del decreto 98/2011 o fuoriescono dal regime dei minimi per decorrenza dei termini di applicazione stabiliti dal comma 1 del medesimo articolo.

 

 Obblighi

  • Conservazione dei documenti ricevuti e emessi ai sensi dell’art. 22 del DPR 600/1973
  • Fatturazione e certificazione dei corrispettivi
  • Compilazione e invio della comunicazione annuale dei dati Iva
  • Presentazione del Modello Unico e della Dichiarazione Iva
  • Versamento annuale dell’Iva (entro il 16 marzo di ogni anno)
  • Versamento di acconto e saldo IRPEF e relative addizionali regionali e comunali
  • Assolvimento degli adempimenti dei sostituti d’imposta
  • Predisposizione e Invio dell’elenco clienti e fornitori
  • Compilazione del modello per la comunicazione delle operazioni con soggetti aventi sedi in paesi “Black list”

Inoltre gli ex-minimi sono soggetti agli studi di settore.

Esoneri

  • Tenuta delle scritture contabili
  • Tenuta del registro dei beni ammortizzabili
  • Liquidazione e versamento periodico dell’Iva
  • Versamento dell’acconto annuale dell’Iva
  • Presentazione della dichiarazione Irap

 

Qualora si scelga il regime contabile ordinario tale scelta è vincolante per almeno un triennio ed è comunicata tramite la presentazione della prima dichiarazione annuale.

IL REGIME DEGLI EX-MINIMI IN GBsoftware

Anagrafica ditta: nell’anagrafica del contribuente è necessario indicare il check “Ex-Minimi visibile solo se sono stati indicati, come regime contabile

  • 2 – Impresa in contabilità semplificata
  • 22 – Professionista in contabilità semplificata
  • 32 – Agricoltura in contabilità semplificata

 Liquidazione Iva: per i contribuenti minimi è impostato in automatico dalla procedura, in Primanota/Opzioni di utilizzo, “Periodicità Iva annuale”.

 

Verifica situazione Minimi – Ex Minimi: all’interno del menù Bilancio/Situazione Minimi è presente la gestione che permette di verificare, durante l’esercizio, i requisiti di permanenza nel regime.

La gestione si divide in due parti:

  • Verifica ricavi: riporta l’importo dei ricavi registrati nell’anno in contabilità e verifica se è stato superato il limite di € 30.000 che comporta l’uscita dal regime dall’anno successivo ovvero il limite di € 45.000, che comporta l’uscita dall’anno in corso.
  • Verifica beni strumentali: è riportato l’importo che si riferisce al valore dei beni strumentali acquistati nell’anno in corso e nei due anni precedenti, risultanti dalle registrazioni contabili, e verifica se è stato superato il limite previsto di €.15.000, che comporta l’uscita dal regime dall’anno successivo.

 

Per maggiori informazioni consultare la guida on line.

Per quando riguarda il piano dei conti e le causali si sottolinea il fatto che essi vengono proposti in base al regime contabile indicato in anagrafica; pertanto è discrezione dell’utente utilizzare causali e conti appropriati per il regime semplificato di cui nel presente articolo.

CB101 – MT/4

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB