Soggetto deceduto: gli eredi presentano la dichiarazione

Secondo la normativa, se un contribuente è deceduto prima di poter effettuare l’invio della sua dichiarazione dei redditi, questa deve essere presentata dagli eredi utilizzando il modello Unico PF.

Nel caso di presentazione della dichiarazione per conto del soggetto deceduto, non devono essere corrisposti gli eventuali acconti scaturiti per il periodo di imposta 2013, poiché tale obbligo presume l’esistenza del soggetto al momento del versamento.

REGOLE DI COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE

In questi casi nel Modello Unico PF va indicato:

Per il soggetto deceduto:

  • Dati anagrafici
  • Nella sezione “STATO CIVILE” va barrata la cesella “DECEDUTO/A

Per l’erede:

I dati dell’erede, compresa la sua residenza anagrafica da compilare solo se è residente all’estero, devono essere indicati nel frontespizio, nella sezione “RISERVATO A CHI PRESENTA LA DICHIARAZIONE PER ALTRI”. Inoltre nella stessa sezione devono essere indicati il “Codice carica” che in questo caso corrisponde a “7-Erede” e la “Data carica” corrispondente al giorno nel quale è avvenuto il decesso.

Acconti 2014:

Gli acconti Irpef e Addizionale comunale all’Irpef 2014 non devono essere calcolati in quanto non sono dovuti.

 

Per gestire un soggetto deceduto con il software GB è necessario posizionarsi nell’anagrafica del soggetto ed indicare:

  • Lo stato civile, indicando nel apposito spazio il codice “6 DECEDUTO”

  • I dati del “FIRMATARIO” che in questo caso corrisponderanno a quelli dell’EREDE del soggetto deceduto.

In anagrafica, i dati sopra richiesti, devono essere indicati sia alla situazione “AL 31/12/2013” ma anche nella situazione attuale “DAL 01/01/2014”.

A questo punto, compilata correttamente l’anagrafica del soggetto, il software compila in automatico i dati all’interno del frontespizio della dichiarazione.

Quindi nella sezione “DATI DEL CONTRIBUENTE” è riportato il check “DECEDUTO”,

nella sezione “RISERVATO A CHI PRESENTA LA DICHIARAZIONE PER ALTRI”, sono riportati i dati del firmatario, nel nostro caso i dati dell’erede.

Nel quadro RN nel nuovo rigo RN61 – Acconto dovuto, nel quale deve essere indicato, se dovuto, l’ammontare dell’acconto Irpef per l’anno 2014, nel caso di soggetto Deceduto il software non calcola e quindi non riporta gli acconti in quanto non dovuti.

Anche nel quadro RV, rigo RV17 – Acconto addizionale comunale all’IRPEF per il 2014, il software, nel caso di soggetto Deceduto, non calcola e non riporta l’ammontare degli acconti.

DB101- AP/25

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB® senza impegno



In regalo il video formativo “Bilancio Europeo 2018: novità” curato dagli esperti analisti GB.

Con il download del software in regalo il video formativo curato dai nostri esperti

Prova il software INTEGRATO GB