Certificazione Unica 2019: rilascio applicazione

Certificazione Unica 2019: rilascio applicazione

Con il provvedimento n° 10664 del 15 gennaio 2019 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello e le istruzioni definitive della Certificazione Unica 2019 anno d’imposta 2018.

Il modello deve essere utilizzato dai sostituti per trasmettere telematicamente entro il 7 marzo le certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi.

Principali novità del modello CU 2019

  • A seguito delle modifiche apportate all’art.13 comma 1-bis del TUIR, è stata incrementata di 600 euro la soglia reddituale prevista per poter beneficiare del bonus di 80 euro al mese in busta paga.
  • Nel modello sono stati inseriti i campi per l’indicazione del credito riconosciuto dall’Inps a fronte del pagamento degli interessi e del premio sul rischio di premorienza maturati sull’ anticipo finanziario a garanzia pensionistica (Ape).
  • È stata prevista la nuova sezione “Particolari tipologie reddituali” per individuare alcuni tipi di reddito per i quali è previsto un inquadramento fiscale diverso rispetto a quello previdenziale.
  • È stato aumentato a € 10.000 (fino al 31/12/2017 era € 7.500) l’importo dei compensi erogati agli sportivi dilettanti che non concorrono a formare il reddito imponibile.

Termini di presentazione

Il modello della certificazione unica va trasmesso per via telematica all’Agenzia dell’Entrate entro il 7 marzo 2019 mentre va consegnato al lavoratore entro la scadenza del 31 marzo 2019.

Dato che il 31 marzo cade domenica la scadenza della Certificazione Unica 2019 è fissata al 1 aprile 2019.

Certificazione Unica 2019 con Dichiarazioni GB

Da oggi è disponibile l’applicazione “Certificazione Unica 2019”.

Ricordiamo i passaggi per l’abilitazione:

  • Eseguire Update del software;
  • Aprire la ditta in cui si vuole abilitare l’applicazione Certificazione Unica 2019, anno imposta 2018;

Le modalità di abilitazione delle applicazioni sono due:

  1. Se l’applicazione “Certificazione Unica” è stata già utilizzata nell’anno 2018 per abilitarla è sufficiente cliccare su Pulsante CU. Il software chiede se abilitarla subito per il nuovo anno con un messaggio: rispondendo “sì” sarà automaticamente abilitata; rispondendo “no” sarà necessario procedere con l’abilitazione illustrata al successivo punto.

Certificazione Unica 2019: rilascio applicazione - 1

  1. Resta sempre utilizzabile la consueta modalità di abilitazione delle applicazioni dalla gestione “Applicazioni”, apponendo il check in corrispondenza di “Certificazione Unica” anno imposta 2018.

Certificazione Unica 2019: rilascio applicazione - 2

In fase di abilitazione il software chiede all’utente di selezionare la tipologia di certificazione che si vuole predisporre:

  1. Certificazione lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale
  2. Certificazione lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi
  3. Certificazione redditi locazioni brevi

L’utente può abilitare una o più certificazioni.

Certificazione Unica 2019: rilascio applicazione - 3

Attenzione L’Agenzia delle Entrate non ha ancora pubblicato i moduli di controllo della Certificazione Unica 2019, pertanto al momento non è possibile creare, controllare e inviare il file telematico.

Per maggiori informazioni consultare la guida on line dell’applicazione Certificazione Unica.

 

AP/7 – DB741

Scarica il software senza impegno!

Scarica il software senza impegno!



Ricevi la news giornaliera

Ogni giorno i nostri esperti analisti rilasciano una news operativa per agevolare l’utilizzo del programma e mostrare gli aspetti più interessanti delle applicazioni. Il servizio è gratuito: iscriviti subito!


Archivio News


Scarica il software senza impegno!


Scarica il software senza impegno!