IRAP 2018: riepilogo principali FAQ

IRAP 2018: riepilogo principali FAQ

In fase di utilizzo del software può risultare utile avere a disposizione un set di risposte rapide a piccoli dubbi che possono sopraggiungere in fase di lavorazione. Proprio per questo motivo GBsoftware ha strutturato una serie di F.A.Q. basandosi sulle principali richieste di assistenza fatte dai clienti.

La consultazione delle F.A.Q. garantisce la risoluzione delle problematiche più semplici, permettendoci di offrire un servizio di assistenza puntuale e completo senza il reale intervento di un operatore. Sono uno strumento efficace per migliorare l’esperienza lavorativa con le applicazioni.

Aggiungiamo inoltre che il 37% dei richiedenti assistenza riesce a risolvere i propri dubbi relativi all’utilizzo del software semplicemente ricorrendo alla lettura delle F.A.Q. e in meno di un minuto trovano la risposta corretta al proprio quesito.

Prima di inviare una richiesta di assistenza assicurati quindi che la risposta al tuo dubbio non sia già presente in una della nostre F.A.Q.

A seguito di questa premessa, con la newsletter di oggi riepiloghiamo le principali FAQ presenti nell’applicazione IRAP 2018.

Domanda Come fare se nel quadro contabile è stata abilitata la sezione sbagliata?

Risposta Posizionarsi in “Quadri” e, in corrispondenza del quadro contabile, cliccare sul “+” posto a fianco di ogni rigo. In questo modo si possono visualizzare tutte le sezioni relative ad un quadro, con la possibilità di abilitare o disabilitare una sezione apponendo o togliendo il flag in corrispondenza della sezione di interesse.

Domanda Come fare per sostituire il quadro contabile nel caso sia stato abilitato in maniera errata (ad esempio è stato abilitato il quadro IP invece che il quadro IQ)?

Risposta Posizionarsi in “Quadri” togliere il flag dal quadro abilitato erroneamente e apporre il flag nel quadro che si desidera abilitare.

Domanda Ho inserito il bilancio al 31/12/2017 di una società. Come trasferisco i dati nel modello Redditi e in Irap?

Risposta Per le ditte in regime contabile ordinario, una volta inseriti i saldi di bilancio e generata la prima nota, i dati sono riportati in automatico nel modello Redditi e Irap. Se questo non avviene verificare che, in corrispondenza delle applicazioni di dichiarazione dei Redditi e Irap sia presente il check “integrata alla contabilità”.

Domanda Nel quadro non sono riportati gli importi presenti in contabilità; perché?

Risposta Se nell’applicazione ContBil i dati sono presenti, ma nel quadro non sono riportati controllare che nella maschera di abilitazione dell’applicazione sia presente il flag nel campo “Integrata alla contabilità” in corrispondenza dell’applicazione.
In fase di abilitazione delle applicazioni questo campo è compilato in automatico dal software, ma se per qualsiasi motivo l’applicazione è stata abilitata prima della contabilità deve essere l’utente ad indicarlo (questo è il caso coloro che inseriscono i saldi di bilancio per avere una semi-integrazione con i modelli dichiarativi.)
La presenza o meno del check “integrata alla contabilità” in corrispondenza dell’applicazione è verificata nella gestione “controlli”.

Domanda Come bisogna procedere per scorporare gli oneri finanziari indeducibili dai canoni di leasing?

Risposta In contabilità non è presente la “gestione del leasing”, pertanto lo scorporo degli interessi impliciti nel contratto e il calcolo della quota deducibile dei canoni deve essere fatta dall’utente.

L’importo degli interessi dei canoni devono essere girocontati ai conti
60929 – Oneri finanz.su leasing immob.
60949 – Oneri finanz.su leasing mobil.
che non sono deducibili ai fini Irap.

Domanda Ho evaso il controllo “Decreto legislativo 139/2015 e riflessi fiscali” indicando che la società è “micro-impresa”. Che differenze trovo nella compilazione del quadro IC?

Risposta I soggetti micro-impresa non devono applicare il principio di derivazione rafforzata che, con la modifica dell’art.83 del TUIR, è stato esteso anche ai soggetti “non IAS-adopter”.
Nella compilazione del quadro IC si trovano delle differenze di compilazione nello specifico nei righi IC50/ IC56 – “Variazioni in aumento/diminuzione derivanti dall’applicazione degli IAS/IFRS e dei nuovi OIC”: il programma, in caso di soggetti “micro-imprese”:
– esegue una variazione in aumento per l’importo degli oneri straordinari che, a seguito della soppressione della relativa voce di bilancio, sono stati ricollocati in “B14 – Oneri diversi di gestione”. Nello specifico sono i conti con il seguente raccordo CEE:
B0014 70 – Minusvalenze su cessioni di beni
B0014 71 – Altre imposte pregresse
B0014 72 – Altri oneri straordinari

– esegue una variazione in diminuzione per l’importo dei proventi straordinari, che a seguito della soppressione della relativa voce di bilancio, sono stati ricollocati in “A5 – Altri ricavi e proventi”. Nello specifico sono i conti con il seguente raccordo CEE:
A0005A70 – Plusv.Stra.Diritti di brevetto industriale, marchi
A0005A72 – Plusv.Stra. Terreni e fabbricati
A0005A73 – Plusv.Stra. Impianti e macchinari
A0005A74 – Plusv.Stra. Attr.Industriali e commerciali
A0005A75 – Plusv.Stra.Altri beni
A0005A76 – Altri proventi straordinari

Domanda Nella dichiarazione Irap ho notato una differenza tra la deducibilità fiscale riportata nelle riprese fiscali in contabilità e l`importo che effettivamente la procedura riporta nella determinazione dell`Irap (Sezione Imprese art. 5 D.Lgs. n. 446/97)

Risposta Le percentuali di deducibilità Irap indicate nelle proprietà dei conti sono riferite a chi determina la base imponibile secondo quanto indicato dall’art. 5-bis D.Lgs n. 446/97. Per chi determina la base imponibile secondo quanto indicato dall’art. 5 D.Lgs n. 446/97 la base imponibile è determinata dalla differenza tra il valore e i costi della produzione di cui alle lettere A) e B) dell’art.2425 C.c., con esclusione delle voci di cui ai numeri 9), 10), lettere c) e d), 12 e 13), così come risultanti dal conto economico dell’esercizio. Ci sono poi delle voci specificatamente richiamate dalla normativa, da indicare come variazioni in aumento e/o diminuzione, qualora ricomprese nei gruppi sopra indicati; non si prendono in considerazione le variazioni fiscali IRES.

Domanda Perché GB propone sempre il conto 60824-Assicurazione Inail legato ai costi per servizi nella dichiarazione IRAP? A mio giudizio non va mai nel rigo dei costi per servizi venendo poi dedotti i contributi Inail attraverso le deduzioni Art. 11 D.Lgs 446/97.

Risposta Il conto 60824 può essere utilizzato anche per registrare l’importo relativo ai premi Inail pagato da una ditta individuale “artigiana” senza dipendenti per il titolare. In questo caso non è compilato il prospetto delle deduzioni e viene quindi scalato direttamente l’importo registrato in contabilità.
Inoltre, anche nel caso del premio Inail pagato da ditte con dipendenti, le istruzioni riportano quanto segue: “Nel presente rigo vanno, altresì, riportati i contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro relativi alla posizione personale del dichiarante, nonché per i collaboratori dell’impresa familiare, indicando in colonna 1 il numero dei predetti soggetti per cui si fruisce della deduzione in argomento. La deduzione spetta sempreché i predetti contributi non abbiamo già concorso alla determinazione della base imponibile”. Pertanto è cura del compilatore verificare che gli stessi importi non vengano dedotti due volte.

Domanda Ho compilato il prospetto “Verifica Operatività” ma non mi permette di storicizzare la dichiarazione, il software segnala che manca la compilazione del prospetto. Come procedo?

Risposta I modelli di dichiarazione non possono essere storicizzati finché il prospetto “Verifica operatività” non è a sua volta storicizzato. Per farlo è necessario accedere alla gestione e cliccare il pulsante posto in alto “Storicizza”.

Domanda Il valore della produzione indicato nel quadro IR (IR1 col.2) è negativo o pari a zero come deve essere compilata la sezione della “ripartizione della base imponibile”?

Risposta In questo caso, dalla gestione del quadro IR, è necessario indicare solamente il codice regione.

Domanda Ho difficoltà nel ripartire Base Imponibile Irap su più regioni. Come devo procedere?

Risposta Per eseguire la ripartizione del valore della produzione su più regioni inserire, all’interno del prospetto, nella colonna “Retribuzioni/Compensi/Utili”, i valori delle retribuzioni o dei compensi o degli utili riguardanti le regioni in cui sono stati realizzati. Indicando i codici regioni e le aliquote, la procedura calcola il valore delle imposte nette.

Domanda Nonostante il valore della produzione netta risultante dal quadro IP sia circa € 18.000, quando compilo il modello IR mi riporta un valore di € 63.000. Perché?

Risposta Il soggetto è operativo o non operativo? Per i soggetti che sono non operativi, ai sensi dell’art. 30, comma 3 – bis, Legge 724/94, ai fini Irap si presume che il valore della produzione netta non sia inferiore al reddito minimo determinato ai sensi del comma 3 aumentato delle retribuzioni sostenute per il personale dipendente, dei compensi spettanti ai collaboratori coordinati e continuativi, di quelli per prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e degli interessi passivi.
Pertanto se il soggetto è non operativo e il valore della produzione calcolato nel quadro di riferimento è inferiore al reddito minimo, la base imponibile per il calcolo dell’imposta è l’importo calcolato come riportato sopra; pertanto verificare la sezione III del quadro IS – “Società di Comodo”.

Domanda La società di cui sto predisponendo la dichiarazione Irap risulta “operativa” dal calcolo che il software effettua nella “verifica operatività”. Nel quadro IS compila solo la casella “esonero”. Perché?

Risposta Come indicato nelle istruzioni ministeriali la sezione deve essere compilata solo dalle società per le quali sussistono le condizioni di non operatività, quindi se il soggetto risulta “non operativo” vengono abilitati i campi della sezione III – società di comodo.
Se la società risulta “operativa” si è esonerati dalla compilazione della sezione quindi deve essere apposto il check nella casella “esonero”.

Ricordiamo che le FAQ sono consultabili dal pulsante “Vedi FAQ” presente nella parte sinistra della “Guida on line”.

DB401 – AP/15

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB gratuitamente!

Prova il software INTEGRATO GB