Nuovo Spesometro 2017: ultimi giorni per l’invio

Nuovo Spesometro 2017: ultimi giorni per l'invio
Il 6 aprile 2018 scade il termine per presentare la comunicazione dei “Dati delle fatture (Nuovo Spesometro)” relative al secondo semestre del 2017 (3° e 4° periodo), che originariamente era previsto per il 28 febbraio 2018.

La data è stata fissata con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 29190 del 05.02.2018, come annunciato con il Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 19.01.2018. Sempre entro il 06.04.2018 sarà possibile integrare i dati relativi allo spesometro del 1° semestre 2017, senza incorrere in sanzioni.

Per i dati relativi al 2018, invece, la prima scadenza dello spesometro semestrale (su opzione) è fissata all’01.10.2018, in quanto il 30 settembre cade di domenica.

Aspetti sanzionatori

L’articolo 1-ter, ha stabilito, con riferimento alle disposizioni relative alla trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute, che le sanzioni di cui all’articolo 11, commi 1 e 2-bis, del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471, per l’errata trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute, prevista dall’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, e dall’articolo 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, non si applicano relativamente alle comunicazioni effettuate per il primo semestre 2017, a condizione che i dati esatti siano trasmessi entro il 28 febbraio 2018 (poi divenuto 6 aprile 2018 a seguito del Provvedimento 29190/2018).

Quindi, entro il 6 aprile sarà possibile rimediare ad eventuali errori o omissioni compiuti in sede di primo invio senza sanzioni.

Ambito oggettivo

Sul piano operativo, i dati devono essere inviati telematicamente solo in forma “analitica” in base a quanto previsto dall’articolo 21, comma 2 del D.L. 78/2010 e dal provvedimento del 5 febbraio che ha recepito le novità introdotte dal decreto-legge del 16 ottobre 2017 n.148 (legge di conversione 4 dicembre 2017 n.172). Questi stabiliscono che la comunicazione dei dati dovrà contenere “almeno” i seguenti elementi:

  • dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni limitando gli stessi alla Partita Iva dei soggetti coinvolti nelle operazioni, o al codice fiscale per i soggetti che non agiscono nell’esercizio di imprese, arti o professioni,
  • data e numero della fattura;
  • base imponibile, aliquota applicata e imposta;
  • tipologia dell’operazione.

Ulteriore semplificazione del D.L. n. 148/2017 è stata quella di inviare i documenti riepilogativi in caso di fatture emesse e di acquisto di importo complessivo (iva compresa) non superiore a € 300,00;

La procedura in GB

In merito al caricamento dei dati, alla predisposizione e all’invio della comunicazione, agli esiti delle ricevute, alle eventuali rettifiche e annullamenti e infine alla conservazione dei file rimandiamo alle seguenti newsletter inviate nei giorni precedenti:

08/02/2018 – Nuovo Spesometro light, secondo semestre 2017: scadenza 6 Aprile 2018

23/02/2018 – Nuovo Spesometro light 2017: modalità importazione dati

05/03/2018 – Nuovo Spesometro light 2017: risoluzione segnalazioni GB

09/03/2018 – Nuovo Spesometro light 2017: predisposizione dati per l’impegno alla trasmissione

14/03/2018 – Nuovo Spesometro light 2017: creazione ed invio file XML

19/03/2018 – Nuovo Spesometro 2017: esiti ricevute con segnalazioni e scarti

20/03/2018 – Conservazione File Dati Fatture, Liquidazioni Iva e Fatture elettroniche 2017

26/03/2018 – Nuovo Spesometro 2017: rettifiche e annullamenti dati inviati

Per maggiori approfondimenti, si consulti la guida on-line di Dati Fatture.

 

MB103 – FSA/11

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB® senza impegno



In regalo il video formativo omaggio “Terreni e Fabbricati – IMU – 730 2018”, curato dagli esperti analisti GB.

Con il download del software in regalo il video formativo curato dai nostri esperti

Prova il software INTEGRATO GB