Riepilogo FAQ Dichiarazione Irap: 2° parte

Per agevolare l’utente nella compilazione della “Dichiarazione Irap” si riepilogano le principali FAQ inerenti la compilazione e l’integrazione del modello con i dati provenienti dalla contabilità. 

Se hai dubbi sul riporto dei dati contabili nel modello, se non hai ancora chiaro come gestire il telematico, fatti aiutare rapidamente dalle risposte che abbiamo già trovato e che puoi visualizzare semplicemente cliccando il pulsante  presente all’interno delle guide on-line.

INTEGRAZIONE tra QUADRI e CONTABILITA’

 Perché GB propone sempre il conto 60824-Assicurazione INAIL legato ai costi per servizi nella dichiarazione IRAP? A mio giudizio non va mai nel rigo dei costi per servizi venendo poi dedotti i contributi INAIL attraverso le deduzioni Art. 11 D.Lgs 446/97.

Il conto 60824 può essere utilizzato anche per registrare l’importo relativo ai premi INAIL pagato da una ditta individuale “artigiana” senza dipendenti per il titolare. In questo caso non è compilato il prospetto delle deduzioni e viene quindi scalato direttamente l’importo registrato in contabilità.
Inoltre, anche nel caso del premio INAIL pagato da ditte con dipendenti, le istruzioni riportano quanto segue: “Nel presente rigo vanno, altresì, riportati i contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro relativi alla posizione personale del dichiarante, nonché per i collaboratori dell’impresa familiare, indicando in colonna 1 il numero dei predetti soggetti per cui si fruisce della deduzione in argomento. La deduzione spetta sempreché i predetti contributi non abbiamo già concorso alla determinazione della base imponibile”. Pertanto è cura del compilatore verificare che gli stessi importi non vengano dedotti due volte.

 Il programma non riporta in automatico i dati contabili nella sezione V – Esercenti arti e professioni del quadro IQ del modello Irap, perché?

La compilazione della sezione V – Esercenti arti e professioni del quadro IQ, così come le sezioni dei quadri IP e IE riguardanti l’indicazione dei componenti di reddito di attività professionali, non avviene con il riporto diretto dei dati dalla contabilità. Gli importi, in queste sezioni dei quadri del modello Irap, sono riportati direttamente dal quadro E del modello Unico; la compilazione della dichiarazione Irap è quindi subordinata alla compilazione dell’Unico.

GENERICHE

 Come posso storicizzare un’applicazione?

Per storicizzare l’applicazione cliccare sul pulsante in alto a sinistra “Quadri”, posto sotto ad “Applicazioni”. All’interno della maschera che si apre mettere il check in corrispondenza di “Storicizza tutto“. Effettuata la storicizzazione, la procedura indica il nome dell’utente che ha effettuato l’operazione e il giorno e la data della storicizzazione.

             Come posso de-storicizzare un’applicazione?

Per de-storicizzare un’applicazione cliccare sul pulsante in alto a sinistra “Quadri”, posto sotto ad “Applicazioni”. All’interno delle maschera togliere il check in corrispondenza di “Storicizza tutto”. Si ricorda di porre particolare attenzione nello svolgere tale operazione qualora l’applicazione sia integrata alla contabilità e/o all’F24.

E’ possibile effettuare la stampa multipla della Dichiarazione Unico insieme a Iva/Iva Base e Irap?

Nella maschera “Stampa”, scegliendo l’opzione “Stampa tutte le applicazioni storicizzate”, la procedura propone a fianco l’elenco dei Dichiarativi (Unico, Iva/Iva Base e Irap) che si possono includere in un’unica stampa. La stampa unica di queste Dichiarazioni è possibile solamente se esse sono state tutte precedentemente storicizzate.

TELEMATICO

 Cosa occorre fare per presentare una dichiarazione Integrativa?

Dopo aver apportato le relative modifiche alla dichiarazione, posizionarsi nella seconda pagina del Frontespizio e nella maschera che si apre dal pulsante “Gestione Integrativa” è possibile indicare quali quadri della dichiarazione originaria sono oggetto di aggiornamento con la dichiarazione integrativa. E’ necessario, quindi, indicare i codici (0,1,2,3) nelle caselle relative ai quadri compilati presenti nel riquadro “Firma della dichiarazione” e nelle caselle presenti nel riquadro “Tipo di dichiarazione”.

 

 Quali sono i passaggi corretti per la produzione e il controllo del file telematico?

Posizionarsi nel frontespizio della dichiarazione, cliccare il pulsante “Telematico”: il software crea un file telematico per ogni singola ditta e lo salva sotto un percorso che viene evidenziato nella maschera al momento della creazione. Per il controllo finale, occorre avere Entratel nel proprio PC aggiornato con gli ultimi moduli di controllo. Entratel ed i relativi moduli di controllo sono scaricabili dall’Agenzia delle Entrate oppure anche dal nostro Software: dal pulsante “Supporto” nella sezione “Utility” – “Software Ministeriali” è possibile scaricare sia Entratel che i relativi moduli di controllo.

 Come si genera il modulo “Impegno e consegna” relativo alla trasmissione telematica?

Per poter avere a disposizione il modulo “Impegno e Consegna”, entrare nella maschera che si attiva dal pulsante “Telematico” e cliccare “Imp e Cons”.

DB301 – SB/15

Metti subito in pratica la news! Prova INTEGRATO GB® senza impegno



In regalo il video formativo “Bilancio Europeo 2018: novità” curato dagli esperti analisti GB.

Con il download del software in regalo il video formativo curato dai nostri esperti

Prova il software INTEGRATO GB