Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili

INTEGRATO GB » News » Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili

Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili

di Vanessa R.

La disciplina relativa alla deducibilità degli interessi passivi è contenuta nell’articolo 96 del TUIR, così come è stato riscritto dal D.Lgs. 142/2018. Dall’anno imposta 2019, il modello Redditi Società di Capitali, ha recepito tali modifiche in particolare nella sezione del “Prospetto interessi passivi non deducibili”.

Le disposizioni, in vigore dallo scorso anno, hanno introdotto la determinazione del ROL fiscale, il riporto degli interessi attivi e il riporto del ROL limitato a 5 anni.

Normativa

L’articolo 96 del TUIR prevede:

    1. 1. La deducibilità degli interessi passivi e degli oneri finanziari assimilati fino a concorrenza dell’ammontare complessivo degli interessi attivi e proventi finanziari assimilati di competenza del periodo d’imposta e degli interessi attivi e proventi finanziari assimilati di competenza dei periodi d’imposta precedenti.

L’eccedenza di interessi attivi non utilizzata ai fini della deducibilità degli interessi passivi dei periodi d’imposta precedenti può essere riportata in avanti senza limiti di tempo.

  1. Gli interessi passivi che non trovano capienza nella somma tra gli interessi attivi del periodo d’imposta e quelli del periodo d’imposta precedente sono deducibili nel limite del 30% del ROL del periodo e dell’eventuale ROL dei periodi precedenti a partire dal meno recente.
  2. Le eccedenze di ROL possono essere riportate per massimo 5 periodi d’imposta.
  3. Il ROL deve essere calcolato in base ai valori fiscali

N.B. Il ROL maturato fino al 2018 (ROL contabile) è utilizzabile solo per la deduzione degli interessi passivi stipulati su prestiti fino al 17/06/2016.

Prospetto interessi passivi non deducibili in Società di Capitali GB

Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili: Prospetto interessi passivi non deducibili in Società di Capitali GB

Per la compilazione dei campi RF118 e RF122 è stata predisposta un’apposita gestione:

Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili: gestione campi RF118 e RF122

La deducibilità degli interessi passivi indicati in RF118_1 è effettuata fino a concorrenza dell’ammontare complessivo degli interessi attivi dell’anno e dell’anno precedente.

La deducibilità dell’eventuale eccedenza (RF118_6) viene invece determinata sul 30% del ROL di quest’anno e se non sufficiente a capienza dei ROL degli anni precedenti a partire dai più vecchi.

Invece, gli interessi passivi su prestiti indicati sul campo RF122_2 sono deducibili nel limite del ROL contabile residuo del rigo RF122_1.

Ovviamente se l’utente sceglie di dedurre gli interessi passivi ante 17/06/2016 con il ROL contabile questi non saranno riportati in RF118_1.

Esempio

Interessi passivi: euro 26.263

  • di cui prestiti ante 17/06/2016: euro 2.614
  • ROL contabile: euro 3.400

In questo caso il software propone la deduzione degli interessi ante 17/06/2016 con il ROL contabile, pertanto la compilazione sarà la seguente:

Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili: deduzione interessi esempio

In RF118_1 riportiamo gli interessi passivi al netto di quelli ante 17/06/2016 dedotti mediante l’utilizzo del ROL contabile.

Nel caso dell’immagine abbiamo un ROL contabile residuo di euro 786 (RF122_4).

Esaminando i dati del rigo RF118 abbiamo:

  • Interessi passivi, riportati dalla gestione di cui sopra, per euro 23.649
  • Interessi passivi precedente periodo d’imposta, riportati dal dichiarativo dell’anno precedente, per euro 95.661
  • Interessi attivi, riportati dalla contabilità 2020, per euro 1.789
  • Interessi attivi precedenti periodi d’imposta, riportati dal dichiarativo dell’anno prima, per euro 1.200

Gli interessi passivi (23.649 + 95.661 = 119.310) direttamente deducibili sono euro 2.989, in quanto la somma degli interessi attivi dell’anno e dell’anno precedente è di euro 2.989.

La deducibilità dell’eccedenza di euro 116.321 (119.310 – 2.989) è quindi esposta in RF119_7 ed è calcolata:

  • Sul 30% del ROL di quest’anno= 139.960 X 30%= 41.988
  • Sul ROL del 2° periodo imposta precedente, che in questo caso è zero
  • Sul ROL del precedente periodo d’imposta = 26.176

41.988 + 26.176 = euro 68.164

Gli interessi passivi non deducibili sono quindi euro 48.157 (116.321-68.164) e saranno riportati nel dichiarativo dell’anno successivo.

Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili: interessi passivi in dichiarativo anno successivo

N.B. Il ROL del presente periodo d’imposta è calcolato tramite un’apposita gestione che si apre effettuando doppio click nel campo RF119_6.

Società di Capitali: Interessi Passivi non Deducibili: campo RF 119-6

Per ulteriori informazioni sul prospetto interessi passivi non deducibili e sulla determinazione del ROL contabile è possibile consultare l’apposita guida on-line.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

Articoli correlati:

RIV/

Scarica il software

INTEGRATO GB (Contabilità, Fiscale, Lavoro…) è subito disponibile per una prova di 15 giorni, totalmente gratuita e senza impegno.

Scarica il software

INTEGRATO GB (Contabilità, Fiscale, Lavoro…) è subito disponibile per una prova di 15 giorni, totalmente gratuita e senza impegno.


Ricevi la news ogni giorno

Ogni giorno i nostri esperti analisti rilasciano una news operativa per agevolare l’utilizzo del programma e mostrare gli aspetti più interessanti delle applicazioni. Il servizio è gratuito.



Scarica il software

INTEGRATO GB (Contabilità, Fiscale, Lavoro…) è subito disponibile per una prova di 15 giorni, totalmente gratuita e senza impegno.